Cerca:

Alfabetomorso Project

Linguaggi sociali e Arte contemporanea

Progetto

Il Progetto Alfabetomorso nasce agli inizi del 2011 dalla collaborazione di Sergio Gabriele e l’Associazione Culturale EnPleinAir di Elena Privitera. Gli scopi principali, da cui la parafrasi di Alfabeto Morse o Codice Morse, sono quelli di affrontare l’odierna mutazione dei Linguaggi e Codici di Comunicazione e suoi riflessi sull’Arte Contemporanea.

In particolare l’avvento dei Social-Network ha influito sulla modifica del modus comunicandi e di conseguenza sul Linguaggio. Il primo elemento è senz’altro la Condivisione che ha variato la cifra stessa del fare Arte, dalla fase concepitiva a quella espositiva. Conoscere anticipatamente, in una qualche misura, il target potenziale influenza la composizione del prodotto finale o quanto meno della sua codifica.

Il Linguaggio sta alla Codifica come la sostanza alla forma, come se il mezzo di comunicazione imponesse un determinato codice, almeno così è stato finora. La vera rivoluzione di quelli che sono assurti alla definizione di Social-Media sta nell’aver trasformato il Linguaggio in Codice, o meglio di aver abolito il passaggio istituendo una forma di codifica pari al Linguaggio. Ciò è dovuto alla velocizzazione della Comunicazione che con il telefono, il cellulare lasciava sul terreno pacchetti essenziali di dati, gap risolto da Internet e dal Web.

La Bacheca,nella sua concezione pubblica, è divenuta essa stessa una forma d’Arte, come avvenne a suo tempo per la mail-art, in quanto ha compresso l’iter prodotto-esposizione nell’unico di attuazione, in tempo reale, o instant-publish da cui è nato l’e-book il quale, prima ancora di essere una innovazione tecnica, peraltro ancora piuttosto scomoda, rappresenta un Codice, ovvero Arte intesa come Linguaggio e non come premessa di attuazione, quindi più attinente alle mutazioni imposte dal vivere attuale, che ci piacciano o meno è del tutto secondario.

Nel 2011 il Progetto Alfabetomorso è divenuto Mostra fisico-virtuale negli spazi espositivi della Galleria EnPleinAir e sul presente Sito-Blog-Web e parimenti il Catalogo nella sua veste cartacea ed e-book, rappresentando in tal modo la nevralgica unione fra concepimento e comunicazione, Linguaggio e Codice.

Oggi Alfabetomorso intende proseguire sulle basi teoriche di osservatorio di un mutamento inarginabile dovuto alla contrazione dei Social-Media in un paradossale recupero di una virginale fase concepitiva in grado di creare alternative di Linguaggio che siano scevre dai condizionamenti di massa. Né fisico né virtuale, ma immancabilmente condivisibile. La Condivisione resta l’eredità pervenutaci dallo splatter dello share, quindi indipendente dal mezzo, selezionabile fra gli innumerevoli messi a disposizione dall’agorà.

Sergio Gabriele

………………..

……………………..

……………………..

Commenti dei lettori

  1. Gianfranco Sergio |

    Grazie per l’invito a partecipare al Progetto ALFABETO MORSO, al quale aderisco con grande partecipazione.
    Il progetto risulta essere importante e complesso, per una serie di motivazioni di ordine Intellettuale profonde. Oggi più che mai lo trovo stringente e attualissimo .. per il ricupero di segni che rinviano allo statuto dell’Arte sicuramente..ma per via sotterrane..a quella miriade di alfabeti che ci rinviano all’antichità..una sorta di Alfabeto dialogante tra passato e futuro prossimo..un ponte di Segni e disegni ..Alfabeto Morso il segno dell’Individualità nascosta..un vissuto che affiora dal sottopelle..e si offre al mondo..attraverso il segno persistente del Tempo..che alberga nel Corpus dell’Opera in fieri !!!

  2. Mimmo |

    bellissimo progetto, il linguaggio ti parla, nel senso che sei agito dal linguaggio, ciò che dici e traduci non è solo oggetto ma è soggetto, cambia il tuo modo di essere e di agire. la tua individualità è quindi sempre in trasformazione, perchè il linguaggio si trasforma sempre, con le parole che inventiamo con i segni che tracciamo con i concetti che esprimiamo. e da questi noi siamo trasformati, ogni volta che formulata un’idea ne sposiamo la realizzazione.

  3. Chen Li |

    mi viene in mente da queste considerazioni interessanti di Gianfranco e Mimmo il parallelo con la scrittura cinese: ogni carattere ha una radice comune che ne determina la base, il significato principale. Altri elementi grafici con un loro contenuto lo completano per differenziarlo da altri caratteri, per definirlo meglio, per farsi ricordare meglio da chi scrive e farsi comprendere meglio da chi legge.

    ogni lingua che si evolve è una lingua viva. la scrittura è lo strumento che ne misura la salute. dunque è una lingua nuova quella che cerchiamo, non solo contemporanea. forse la soluzione è nell’insieme e nelle consuetudini, come ogni lingua che si rispetti

    Chen Li Web

Lascia un Commento

Devi essere autenticato per inviare un commento.

Bad Behavior has blocked 1099 access attempts in the last 7 days.

Chiudi
Invia e-mail