Cerca:

Alfabetomorso Project

Linguaggi sociali e Arte contemporanea

Rita Mele

Rita Mele – Mostra “Seguendo un incantesimo”, a cura di Loredana Rea – Frosinone - “Villa Comunale” – 27 aprile / 8 maggio 2013

Diario dal bordo

Rita MeleRita Mele agisce sul registro della memoria e sulla sua traslazione in un avvenire presente, cosa che le permette di trattare il ricordo non in maniera ancestrale, quindi congelato in un piano fisso irripetibile, bensì modulato sulla scala dinamica delle sensazioni, dinamico come ogni passato che viaggia con noi indelebile, oltre la reliquia emotiva che sbiadisce. Viceversa la traccia temporale si consolida, più che emerge, attraverso ciò che è oggi, nel nostro tempo l’editing della sua genesi.

Rita si giova, in questa operazione rappresentativo-mediale, di un colore steso in modo tenue e spigliato, fuori dalla contestualizzazione forzata, tinte pastello cangianti che suggeriscono le dimensioni infinite del farsi, una compatta rarefazione del sentimento, circoscrivendo giustamente l’onirico senza avvolgere il segnale nella nebbia informe di un trascorso opinabile. Difatti il colore muta agevolmente in materico e soprattutto in Linguaggio, quella straordinaria forma della parola scritta di getto, in calligrafia minuta che conduce al cuore del verbo conferendogli l’autentica valenza mediale, comunicativa strettamente connessa con il modulo cronografico.

© Rita MeleIl risultato è il compimento dell’attimo in primo luogo, quello che coniuga l’istanza nostalgica, per via dell’apparente finitezza del vivere, con quella sovrannaturale, spirituale, ecosostenibile che trasforma la rimembranza in tracciato per un incontro futuro tutti insieme, come è giusto per ogni vissuto non casuale, ma cosciente, meditato, auspicabile.

Rita quindi elude il concetto deleterio e vacuo della morte con l’ottimistico assemblaggio di cromos e significante, forma e materia, simbolo e parola in un incessante confronto da cui nasce, virtù evocativa della donna, il segno autonomo, cosciente della vita come summa, non già selezione.

E la firma in questo diario dal bordo, di questo tempo e della sua fedifraga irriconoscenza, è in quelle farfalle che Rita trapunta su rotoli di carta per stampante che mostra, come una pellicola, i fori del trascinamento o nei fiori e arbusti secchi, apparentemente sotto teca, che emanano il profumo lieve della delicatezza e della speranza.

…………………

…………………

Mostra “Seguendo un incantesimo” Web

…………………

18-Gen-14 Eventi, Figurativo, Schede Commenti (0)

Bad Behavior has blocked 620 access attempts in the last 7 days.

Chiudi
Invia e-mail